Coronavirus, sale a bordo malato e muore per Covid ad alta quota: la rabbia dei passeggeri


 

Il comandante di un volo da Orlando a Los Angeles è stato costretto a un atterraggio di emergenza a New Orleans per la morte di un uomo. A bordo 179 persone furiose che hanno criticato la compagnia statunitense perché l’uomo avrebbe mostrato chiari sintomi di coronavirus. Insomma, morto per Covid-19 ad alta quota. A bordo di un aereo pieno zeppo. Perché lo hanno autorizzato a salire sul velivolo?”, la domanda dei passeggeri furibondi anche perché il volo è poi proseguito per Los Angeles sena che a nessuno a bordo fosse offerta la possibilità di riprenotare.

Una passeggera ha twittato contro la compagnia di volo, accusando di non aver controllato i passeggeri prima dell’imbarco. “Perché non sono state controllate le temperature prima dell’imbarco?”, avendo notato che l’uomo poi deceduto aveva difficoltà respiratorie: “Ho guardato negli occhi sua moglie, l’ho guardato e lei si è limitata a guardare in basso. L’equipe medica a bordo ha cercato di rianimarlo per un’ora. La famiglia piangeva, ma la gente stava andando fuori di testa”, ha raccontato . Il passeggero aveva compilato un modulo spiegando di non essere positivo al Covid-19. Gli assistenti di volo sono stati messi in quarantena per due settimane una volta arrivati a Los Angeles.

liberoquotidiano.it