Coronavirus, i ventilatori donati dalla Russia all’Italia sono difettosi: prendono fuoco, morte 6 persone

Coronavirus, i ventilatori donati dalla Russia all’Italia sono difettosi: prendono fuoco, morte 6 persone

13 Maggio 2020 Off Di Admin

I ventilatori Aventa-M sono stati donati da Vladimir Putin all’Italia, ma sono proprio il modello che è appena stato sospeso oggi dal servizio federale russo di sorveglianza sanitaria. A quanto risulta, le macchine incriminate sono state utilizzate fino ad una settimana fa a Bergamo, mentre a Milano ci sarebbero alcuni pazienti che ne stanno ancora usufruendo. Ma adesso l’allarme è alto, dato che sei persone sono morte a causa di incendi scoppiati proprio per questi apparecchi. Il modello incriminato è quello prodotto in Russia dopo il primo aprile: stando alle fonti dell’Ansa che hanno visionato il dossier del Roszdravnadzor, circa il 30% delle macchine offerte in qualità di aiuti sanitari da Putin all’Italia rientrerebbe in questa categoria. Secondo Interfax, anche i ventilatori forniti agli Stati Uniti sono degli Aventa-M e per questo gli americani hanno sospeso il loro utilizzo subito dopo la notizia degli incendi a Mosca e San Pietroburgo.