Consumi 9€ e paghi 80€? Le bollette ENEL finiscono sotto accusa: gli italiani sono stanchi.

In principio fu Rita Dalla Chiesa. La conduttrice il mese scorso ha pubblicato su Twitter la foto della sua bolletta dell’Enel: a fronte di consumi effettivi di poco più di 12 euro si è vista chiedere il versamento di oltre 68 euro. “Vergognatevi”, aveva scritto.

Da allora le segnalazioni e le pubblicazioni su queste distorsioni si sono moltiplicate. Emblematica quella dell’agronomo olbiese e dirigente pubblico, Giovanni Appeddu. L’energia consumata ammonta a poco più di 9 euro. Ma la bolletta richiede un pagamento di più di 80.

La differenza? Oneri di sistema e costo del trasporto. “E da me”, spiega Appeddu, “il contatore sta a ben 50 centimetri dal palo di derivazione”. Gli appelli social si moltiplicano. E l’Enel finisce sotto accusa.

Attenzione:

Se anche tu ritieni he queste bollette gonfiate siano contrarie ad ogni principio e vuoi ricevere maggiori informazioni riguardo alla nostra ClassAction iscriviti senza impegno nell’apposito form qui di seguito

Azione Collettiva

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.