Choc a Valmontone, 16enne afferrata e violentata in stazione: arrestati un marocchino, un iracheno e un italiano


 

Minuti di terrore a Valmontone, in provincia di Roma. Gli agenti hanno messo le manette ai polsi di tre giovani, che devono rispondere all’accusa di avere stuprato una ragazzina di 16 anni, palpeggiandola nelle parti intime dopo averla circondata nei pressi della stazione. Si tratta di un pregiudicato italiano di 27 anni, un marocchino di 20 e un iracheno di 28 anni con precedenti di polizia.

La 16enne era alla stazione di Valmontone

La vittima era appena scesa dal treno nella stazione di Valmontone, alle porte di Roma. Erano circa le 18. Secondo quanto ricostruito dagli agenti del commissariato di Colleferro, i tre l’avrebbero vista da sola. L’avrebbero seguita, avvicinata e circondata. Poi l’avrebbero bloccata poco lontano dalla stazione, in un’area dove non ci sono abitazioni. Secondo la ricostruzione, approfittando del fatto che non ci fosse nessuno nei paraggi, due di loro l’avrebbero palpeggiata, il terzo non avrebbe partecipato attivamente ma li avrebbe incitati. E si sarebbe masturbato assistendo.

Un passante in aiuto della ragazza

Il terzetto era stato messo in fuga da un passante. L’uomo infatti si era accorto di quello che stava accadendo, intervenendo in soccorso della ragazzina. Perciò aveva chiamato la polizia. I tre sono stati identificati soprattutto grazie alla testimonianza della giovane e all’identikit fornito dal testimone. Due sono stati condotti nel carcere di Rebibbia, il terzo in quello di Frosinone.