Chef Rubio insulta la Lombardia e giustifica chi va a correre: coronavirus, l’ultima sparata del cuoco


 

Non passa giorno, anzi ora, senza una fesseria di Chef Rubio, ora scatenato con il coronaviurs sotto ogni suo aspetto. Dopo aver criticato Silvio Berlusconi per la donazione di “soli” 10 milioni di euro, tra una cannonata e l’altra contro Israele, ecco che il cuoco sale in cattedra a dare lezioni alla Lombardia falcidiata dall’emergenza, dove i morti si contano a decine. Su Twitter, Chef Rubio scrive: “L’accanimento contro chi fa sport all’aperto durante la quarantena colpevolizza i singoli e distrae dalle responsabilità politiche di un’emergenza gestita disastrosamente, specialmente nelle province di Bergamo e Brescia”. Per una volta niente insulti. Oggi il cuoco si sente “statista”. Peggio ancora. Uno, sostanzialmente giustifica chi fa sport all’aperto, anche se è stato espressamente chiesto di non farlo ed è in arrivo una stretta in tal senso. Due, accusa la Lombardia per la “disastrosa” gestione dell’emergenza. Con che faccia?

 

Fonte: liberoquotidiano.it