Che tempo che fa, Beppe Sala fa mea culpa: “Milano non si ferma? Forse ho sbagliato”


Già, “Milano non si ferma”. Un slogan che ora, per Beppe Sala, avrà assunto i contorni dell’incubo. Erano i primi giorni dell’emergenza coronavirus, quando il primo cittadino ha fatto leva sull’orgoglio meneghino, attaccando in controluce i primi decreti restrittivi del governo. Aveva torto, clamorosamente: lo sviluppo dei fatti sta lì a dimostrarlo e non c’è neppure bisogno di ricordarlo. E Beppe Sala, ospite in collegamento a Che tempo che fa di Fabio Fazio su Rai 2, nella puntata d domenica 22 marzo, fa mea culpa: “Il 27 febbraio in rete circolava il video Milano non si ferma. Forse ho sbagliato a rilanciarlo, ma in quel momento nessuno aveva compreso la veemenza del virus. Accetto le critiche, ma non tollero che qualcuno possa marciarci su per scopi politici”, conclude Beppe Sala.