Cagliari, dopo una folle corsa in auto aggredisce gli agenti. Marocchino arrestato

Cagliari, dopo una folle corsa in auto aggredisce gli agenti. Marocchino arrestato

Ha percorso a folle velocità via Tevere, a Cagliari, per poi finire la sua corsa in via Santa Gilla, bloccato dagli agenti della Polizia del capoluogo allertati dalle chiamate al 113. Agli arresti un 28enne marocchino, con numerosi precedenti a suo carico, tra cui il divieto di allontanarsi dal proprio comune di residenza, detenzione di sostanza stupefacente e porto di armi atte ad offendere. Sull’uomo grava anche l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

Calci, pugni e minacce agli agenti

Una volta sceso dall’auto ha, infatti, dato in escandescenze e ha proseguito a inveire anche negli uffici della Questura, cercando di colpire gli agenti con calci e pugni e minacciandoli di morte. All’interno dell’autovettura, sul lato passeggero, i poliziotti hanno scoperto ciò che rimaneva di un rilevante quantitativo di sostanza stupefacente, molto probabilmente cocaina, sparsa su un piatto di latta con sopra una banconota da 20 euro intrisa della stessa sostanza.

Nell’auto un cacciavite e una catena

All’interno del bauletto porta oggetti gli agenti hanno trovato un cacciavite di 22 cm circa e infine nel cofano dell’auto una catena a maglie di ferro lunga circa 1 metro. Il 28enne dovrà rispondere per porto di armi o oggetti atti ad offendere e per rifiuto di sottoporsi ad accertamenti per rilevare lo stato di alterazione psico-fisica.