Anche Marco Rizzo censurato da Facebook: “Strapotere dei Big Tech è inaccettabile”