Anche Gerry Scotti attacca il governo: “La gente non arriva a fine mese e loro parlano di rimpasti, disarmante”


 

Gerry Scotti senza freni. Anche il conduttore di Mediaset di fronte alla situazione politica del Paese non può che puntare il dito contro il governo: “Questa mattina come tutte le mattine mi sono guardato un po’ di telegiornali su varie reti, cosi mi faccio un’idea, che i partiti politici passino il tempo, sotto Natale, con tutte queste difficoltà a litigare e a parlare di rimpasti lo trovo disarmante di fronte alla situazione di tanta gente che ha il problema di arrivare a fine mese”, ha tuonato ai microfoni di Rtl 102.5.

L’appello di Gerry sembra diretto a niente di meno di Giuseppe Conte e Matteo Renzi da giorni impegnati a discutere su chi debba averla vinta. “Per lo meno – è l’amara conclusione – che si mettano d’accordo e ci diano un senso di serenità almeno da quel punto di vista. Questa situazione di litigiosità in Parlamento è aumentata in quantità e peggiorata come qualità. Io ho fatto parte di quella prima Repubblica in modo marginale, quando passavo io i grandi capi sorridevano, ma smettevano di parlare di ciò di cui stavano parlando”. Un’accusa pesantissima.