Accoglienza, accoglienza! Ma il rumeno si ruba i tesori della chiesa

Nella borsa aveva una croce d’altare di ottone, un paramento sacerdotale, una statua del “Bambino Gesù” e due strumenti musicali

Mentre papa Francesco continua a richiamare i fedeli all’accoglienza, un immigrato rumeno dà il meglio di sé fregandosi i tesori di una chiesa romana. Già, perché i Carabinieri della Stazione di Palombara Sabina hanno arrestato un 42enne, rumeno per l’appunto, da tempo residente nel centro storico del capoluogo della Sabina romana, per furto aggravato consumato in chiesa.

I militari, allertati da un cittadino, hanno sorpreso all’interno della chiesa “San Biagio Vescovo e Martire” di Palombara Sabina l’uomo mentre era intento a trafugare oggetti sacri e statue di piccole dimensioni dalla sacrestia: nella borsa aveva una croce d’altare di ottone, un paramento sacerdotale, una statua del “Bambino Gesù” e due strumenti musicali, quest’ultimi utilizzati dal coro parrocchiale.

La successiva perquisizione domiciliare ha permesso ai militari di recuperare ulteriori due statue della Madonna e una di “S. Padre Pio da Pietralcina”, sequestrate in attesa di verificarne la provenienza. La refurtiva è stata restituita al parroco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.