Umbria, Beppe Grillo twitta: “Pensavo peggio”. Poi cancella tutto


Mancava solo il commento di Beppe Grillo alla disfatta dei giallorossi in Umbria.

E il commento è arrivato, anche se durato poco, praticamente un battito di ciglia. Intorno a mezzogiorno, il guru e fondatore del Movimento 5 Stelle aveva pubblicato su Twitter due semplici parole: “Pensavo peggio”, accompagnate da tre puntini di sospensione. Un post intriso di ironia e al tempo stesso di delusione per l’esito delle elezioni regionali umbre, perse dall’inedita coalizione giallorossa con un distacco di oltre 20 punti.

Poi, però, Grillo ci ha ripensato. Il tweet è stato rimosso e sostituito pochi minuti dopo da un video musicale. “Black hole sun”, il brano della storica band rock Soundgarden pubblicato dal comico genovese. Canzone scelta non a caso dal guru di Sant’Ilario, dal momento che il filmato che l’accompagna mostra il mondo essere risucchiato da un buco nero.

 

La stessa cosa che è successa alla sinistra, sparita dall’Umbria dopo 49 anni di dominio ininterrotto. Un fallimento su tutta la linea a cui hanno partecipato anche i 5 Stelle, sprofondati sotto l’8% dei voti. Di certo non il viatico migliore per l’alleanza strutturata Pd-M5S auspicata dal segretario dem Nicola Zingaretti e dal plenipotenziario pentastellato, gran tessitore del governo giallorosso da parte 5 Stelle, Vincenzo Spadafora.

Proprio tra i pentastellati sono ore convulse. Il senatore Gianluigi Paragone ha parlato di “disfatta”, dovuta alla mancanza di “coerenza e linearità” legata all’alleanza con il Pd e alla scelta di un candidato “vicino a Forza Italia”. Mentre il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle in Lazio, Davide Barillari, ha detto che in nome della nuova carta di Firenze chiederà “un incontro a tutti i vertici, Casaleggio Di Maio e Grillo” per fare il punto della situazione sullo stato di salute dei 5S, spazzati via dagli elettori umbri.