Uccise la moglie italiana. Arrestata la “risorsa” tunisina. Grazie Capitano!


È stato arrestato dalla polizia tunisina Chaanbi Mootaz, tunisino, destinatario di un provvedimento restrittivo italiano esteso a livello internazionale dall’autorità giudiziaria di Brescia. Lo si apprende da fonti del Viminale, le quali sottolineano come questo esito fosse stato auspicato dal governo italiano e dal ministro Matteo Salvini in particolare.

L’uomo è autore dell’omicidio della moglie Daniela Bani avvenuto a Palazzolo sull’Oglio (Brescia) nel settembre del 2014. La donna era stata ammazzata con decine di coltellate: l’assassino era scappato nel paese natale per evitare la galera.

La coppia aveva due figli piccoli, che ora sono in Italia con i nonni materni. Proprio la madre della vittima, Giuseppina, poche settimane fa aveva rivolto un appello pubblico a Salvini affinché si interessasse della vicenda. Il titolare del Viminale aveva risposto, chiedendo informazioni a Tunisi. Nelle ultime ore la situazione si è sbloccata.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.