Tumori, Berrino: «In generale la classe medica non ha una preparazione adeguata sul ruolo della dieta per favorire la guarigione»

«In generale, la classe medica non ha una preparazione adeguata sul ruolo della dieta per favorire la guarigione e prevenire l’insorgenza di recidive. In particolare, un giovane appena laureato in medicina non ha studi del genere alle spalle. Questa mancanza di cultura si riflette in una bassa attenzione alla dieta e alle linee guida alimentari all’interno degli ospedali».

Lo ha affermato il dottor Franco Berrino, ex direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e presidente dell’associazione ‘La Grande Via’, in un’intervista rilasciata a Panorama.

Berrino ha anche fatto notare che «uno dei pasti tipici degli ospedali è il prosciutto con il purè di patate» È «grave» – secondo il medico – «che si ignori che il secondo aumenta la glicemia e il primo è altamente sconsigliato dalle linee guida del Codice europeo contro il cancro, come tutte le carni lavorate».

«Per non parlare del fatto che nelle corsie di ospedale si trovano distributori di bevande zuccherate, altro alimento sconsigliato nella prevenzione,» ha aggiunto Berrino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.