Sassari, 24enne italiana pestata a sangue e rapinata dal compagno straniero: lasciata a terra priva di sensi

Sassari, 24enne italiana pestata a sangue e rapinata dal compagno straniero: lasciata a terra priva di sensi

 

Da BuongiornoAlghero – “Divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa”: è questo il provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria di Sassari a carico di un cittadino extracomunitario di anni 34, pregiudicato, già sottoposto alla misura cautelare personale dell’obbligo di dimora e destinatario dell’avviso orale del Questore.

La misura è stata adottata a seguito dell’attività di indagine esperita dal personale della Polizia Ferroviaria di Sassari che, tempo prima, era intervenuto in soccorso, nella via antistante il caseggiato ferroviario, di una cittadina italiana di anni 24, riversa a terra in stato di semi incoscienza. Gli accertamenti, immediatamente avviati dagli agenti, hanno consentito di ricostruire dettagliatamente l’accaduto: la ragazza era stata vittima di un’ aggressione per mano di un uomo che la colpiva violentemente alla nuca con una lattina di birra e che prima di darsi alla fuga, le rubava il telefono prelevandolo dalla sua borsetta.

Le testimonianze, le immagini acquisite dal sistema di videosorveglianza, gli accertamenti effettuati, hanno consentito di identificare l’aggressore nel partner della vittima e di far luce su precedenti e ripetute aggressioni perpetrate dall’uomo nei confronti della sua compagna. Le attività di indagine della Polizia Ferroviaria hanno avuto quale epilogo l’adozione del provvedimento da parte dall’Autorità Giudiziaria del divieto di avvicinamento alla donna in aderenza a quanto stabilito dalla cosiddetta legge “Codice rosso”, nata per la “tutela delle donne e dei soggetti più deboli che subiscono violenze per atti persecutori e maltrattamenti”.

Leggi la notizia su BuongiornoAlghero