Regione Lazio, i “venduti” grillini insieme a “quelli di Bibbiano” per spartirsi le poltrone e il vitalizio