Quarta Repubblica, Matteo Salvini contro Conte: “Squallido, di cosa parlano a Palazzo Chigi”


“Una roba squallida”. Matteo Salvini, in collegamento con Nicola Porro a Quarta repubblica su Rete 4, picchia duro sul premier Giuseppe Conte: “Con tutti i problemi che ha l’Italia in questo momento loro si chiudono a Palazzo Chigi per parlare di rimpasti, verifiche e servizi segreti”. La salute dell’esecutivo non è ottimale, e il leader della Lega mette subito in chiaro: “Se dovesse cadere il governo solo due strade: o elezioni o un governo guidato dal centro destra”.

Nell’ultimo weekend, il primo in zona gialla per tutto il Paese, molti ministri si sono scagliati contro gli italiani colpevoli di essersi riversati in strada. “Se il governo ti dice di correre nei negozi, poi si stupisce che la gente esca per fare spese?”, è il commento di Salvini al limite dell’ovvio, ma non per i giallorossi che invece si indignano. “All’estero – fa notare Salvini – le regole vengono rispettate perché il governo quello che dice fa. Non si sognino di riaprire le scuole senza prima aver potenziato il trasporto pubblico. Chiediamo di non separare le famiglie italiane a Natale”.

La sintonia con Giorgia Meloni e Silvio Berlusoconi appare ritrovata, a partire dalle proposte unitarie del centrodestra in materia economica presentate ieri; “Non guadagni? Non paghi le tasse, stiamo lavorando per azzerare le cartelle esattoriali che dovrebbero partire a gennaio, la nostra proposta è rottamazione e saldo e stralcio”. E sull’immigrazione l’ex ministro degli Interni a processo per il caso Gregoretti tiene duro: “Io al giudice a Catania ho ricordato che abbiamo salvato vite, se torneremo al governo faremo lo stesso. La pubblica accusa dice che Salvini ha fatto il suo dovere”.