“Pronto, polizia? Volevo farvi gli auguri…”Anziana sola, gli agenti arrivano a farle compagnia


“Pronto, è la polizia ? Volevo farvi gli auguri…“. Era il giorno di Natale a Parma quando agli agenti della questura è arrivata una telefonata insolita, quella di una anziana signora che chiedeva aiuto. Ma aiuto per cosa? Contro la solitudine: tanta voglia di scambiare due parole con qualcuno.

L’agente della Sala Operativa della Questura ha presto capito che la donna aveva bisogno di appoggio nel giorno di festa in cui tanti familiari si riuniscono attorno alla tavola.

E così – racconta Repubblica – l’agente ha girato l’indirizzo ai colleghi delle volanti in servizio sul territorio che non ci hanno pensato due volte a recarsi a casa della signora per un gesto di vicinanza. Quando la donna, pensionata di circa 75 anni, ha aperto la porta e si è trovata quattro poliziotti di fronte non ha potuto fare altro che ritrovare il sorriso. Il tempo di un caffè, un saluto, una rassicurazione: il più bel regalo di Natale. Una storia analoga è stata raccontata proprio negli scorsi giorni da queste stesse pagine. Protagonista una signora 90enne invalida di Merano che ha telefonato ai Carabinieri, i quali immediatamente si sono precipitati a sostenerla e tranquillizzarla

Non solo Natale – In piena estate, nel mese di Luglio a Cremona una pensionata, vedova di 81 anni, chiamò il 113, segnalando un furto in atto. Una pattuglia recandosi sul posto dopo un rapido accertamento aveva appurato che si trattava di un falso allarme. L’anziana piangendo si scusò, giustificando la richiesta di intervento di una pattuglia con la propria solitudine.

Di Febbraio scorso invece la notizia di un’altra ‘operazione speciale‘ dei Carabinieri, questa volta a Reggio Emilia. Un periodo particolarmente complesso meteorologicamente aveva ricoperto la zona di neve: i Carabinieri della zona, udito un gruppo di abitanti preoccupati per le sorti di una donna isolata nella propria abitazione a 1300 metri di altezza si attivarono immediatamente. I militari riuscirono a raggiungere l’abitazione spalando la neve e portando alla donna viveri e medicinali necessari. Insomma, come sempre, non solo repressione: le forze dell’ordine vicino alla gente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.