Ong, padre Zanotelli contro Salvini: “Mi vergogno. I migranti sono come Gesù di Nazareth”


La chiusura dei porti italiani alla ong spagnola Proactiva Open Arms non va proprio più giù ad alcuni (soliti) esponenti.

Dopo Gino Strada e Laura Boldrini, a mettere nel mirino Matteo Salvini è padre Alex Zanotelli. “Un sacrilegio chiudere i porti nel cuore del Natale – dice il missionario pacifista interpellato dall’Adnkronos -. Mi vergogno di questo Paese e di avere un governo del genere, che a Natale chiude i porti. Se non riusciamo a riconoscere Gesù di Nazareth nei migranti, che papa Francesco dice che sono la carne di Cristo, si fa un sacrilegio nel cuore del Natale”.

Per padre Alex Zanotelli, quindi, Matteo Salvini e il governo giallo verde non riconoscono Gesù di Nazareth nei migranti. E da qui nasce tutta la sua indignazione, per questo invita la Chiesa a prendere una posizione netta: “Siamo davanti ad una situazione che ha dell’incredibile. È una bestemmia che Salvini si presenti con il rosario e non riconosca i crocifissi della storia. L’augurio che mi faccio è che la Chiesa italiana incominci ad essere dura nelle scelte perché ognuno si dice cristiano e fa le cose più assurde che sono contro il Vangelo. Ormai ci sono due Vangeli: quello del povero, Gesù di Nazareth e il Vangelo di Salvini, dell’odio e della chiusura dei porti. La Chiesa deve schierarsi, bisogna uscire con molta più forza su queste situazioni”.

Ricapitolando: migranti come Gesù di Nazareth e il Vangelo di Salvini, dell’odio e della chiusura dei porti. Finita qui? Macché. Ci scappa pure il gesto simbolico del sacerdote: “Le chiese potrebbero fare il presepe senza il bambinello perché non è accolto. Ma, al di là dei gesti simbolo, bisogna lavorare o si rischia di andare verso una disumanizzazione e ci sbraneremo vicendevolmente. La vita vince nonostante tutto, il problema è che di mezzo ci vanno sempre i poveri”. Tutto per padre Alex Zanotelli. Salvini, però, la pensa diversamente: “L’unico sacrilegio è aiutare i trafficanti di esseri umani, a Natale e tutto l’anno. Forse qualcuno rimpiange i miliardi del business dell’immigrazione, le migliaia di sbarchi e le migliaia di morti? Buon Natale”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.