“Nessuno sconto al governo Conte..” Così Bergoglio detta la nuova linea politica del Cei.


Prima a favore di Conte ora, invece, il Papa ha cambiato rotta e detta le regole del partito politico cattolico.
Nessuno sconto, quindi, neanche per il premier Giuseppe Conte, con cui il Papa aveva avuto un incontro positivo.

Leggiamo Il Giornale:

Al governo del professor Giuseppe Conte non verranno fatti sconti. Non c’è una pregiudiziale di sorta, ma il fatto che il premier non abbia preso le distanze da Matteo Salvini quando il ministro dell’Interno ha predicato e praticato la chiusura dei porti per i migranti di Sea Watch non è piaciuto.

Sembrava fosse così, ma il presidente del Consiglio, poi, ha addirittura postato un video su Facebook per comunicare che la visione dell’esecutivo in materia di gestione dei fenomeni migratori, nonostante quanto predisposto dalla Chiesa valdese, non sarebbe cambiata.

L’accordo tra leghisti e grillini, del resto, si basa pure sul punto che a occuparsi d’immigrazione sia il vertice del Carroccio. E questo, per il Vaticano, non è più accettabile.

Gli ultimi eventi non sono piaciuti al Vaticano. Bergoglio ha dato il nulla osta all’episcopato italiano. Ora i vescovi potranno operare una vera opposizione al governo.

Fonte: ilgiornale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.