Nella notte il governo incassa la fiducia. Squadra che vince non si cambia. La sinistra rosica.


Arriva la stretta finale. Ed anche questa volta il governo passa l’esame. Nonostante malelingue e gufi vari.

La Camera, in terza lettura, ha dato l’ok alla fiducia al governo sulla manovra economica. I sì sono stati 327, contrari 228 e un astenuto.

L’aula della Camera, dopo aver terminato le votazioni sulla seconda parte della manovra (cioè le tabelle alla legge di Bilancio), è passata all’esame degli ordini del giorno.

Si tratta di oltre 200 voti che, vista la “tagliola” della seduta notturna che termina per regolamento a mezzanotte, continuerà oggi a partire dalle 9. L’ok definitivo alla manovra, con il voto finale, è atteso per il pomeriggio.

Le opposizioni intanto hanno protestato, con tanto di sit-in del Pd in piazza Montecitorio. “Di Maio e Salvini autisti ubriachi”, dice Delrio. Gilet azzurri con la scritta ‘Basta tasse’ per i deputati di Fi in aula.

“Dilettanti e pauperisti”, attacca Berlusconi, che chiama anche gli azzurri in piazza. “Non vogliono aiuti ai poveri”, replica Di Maio.

Salvini intanto smentisce le ipotesi di rimpasto come “surreali e totalmente false. Squadra che vince non si cambia”, dice.

Avanti tutta!

Fonte: Il Populista

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.