Mazara, l’armatore di Medinea: “La telefonata di Putin decisiva per la liberazione dei pescatori siciliani”


 

Silvio Berlusconi ha sentito al telefono Marco Marrone, armatore del Medinea, uno dei due pescherecci rientrati a Mazara del Vallo con a bordo i 18 pescatori rilasciati dopo 108 giorni di prigionia in Libia. II leader di Forza Italia ha detto di aver seguito la vicenda del sequestro sin dal primo giorno e, come riferito da Marrone, ha parlato anche del “ruolo di Vladimir Putin” nella liberazione dei pescatori siciliani.

“La sua telefonata – ha aggiunto l’armatore – mi ha fatto molto piacere: sono milanista da sempre e continuo a considerarlo il presidente rossonero”. Marrone era al ristorante in compagnia del presidente dell’Assemblea siciliana, Gianfranmco Miccichè.