Le “paparazzate” del governo: chi di ego ferisce, di ego perisce. Prima vittima è Di Maio