“Le donne buoniste che mettono il velo ci offendono” islamica furiosa disintegra la sinistra.

Kawtar Barghout è nata in Marocco, ma cresciuta e vissuta in Italia, fino a chiederne la cittadinanza a 24 anni.

Lo Ius Soli, tanto elogiato dalla sinistra italiana, era una sciocchezza persino per lei.

E, come se non bastasse, ha sempre criticato la decisione di Bonino, Boldrini e Mogherini di coprirsi il capo con il velo quando sono andate in visita istituzionale in paesi islamici.

Nel programma Ombinus, in onda su La7, ha specificato con maggiore chiarezza cosa intendesse dire:

“Da donna araba… Boldrini, Mogherini e Bonino con il capo coperto fanno un grande danno. Se ti sottometti manchi di rispetto ai tuoi ideali. E manchi di rispetto alle lotte per i diritti delle donne che vivono lì”.

Barghout è musulmana, ma rappresentante dell’associazione Stop radicalizzazione.

In onore dei suoi ideali e delle sue battaglie, contesta anche la scelta di coprire le statue quando arrivano in Italia esponenti di paesi islamici.

E proprio con il buonismo di sinistra lei se la prende:

“Quello che fanno è molto grave, puliscono le proprie scarpe su quello che hanno fatto le donne arabe nel mondo arabo. È inaccettabile. È ora di smetterla. Mi sento offesa”.

Fonte: IlGiornale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.