I radical chic tollerati con i migranti, odiatori con Salvini