Cirinnà: togliete madre e padre dai documenti, va cancellato il colpo di mano di Salvini (video)

La senatrice dem Monica Cirinnà è intervenuta oggi nella discussione generale sul disegno di legge di conversione del decreto sulla proroga del Garante Privacy. A nome delle famiglie arcobaleno ha chiesto al nuovo ministro degli Interni Luciana Lamorgese di intervenire per togliere dalle carte d’identità di bambini e bambine la dicitura “madre” e “padre” reinserita da un decreto voluto da Matteo Salvini che la Cirinnà ha definito “vergognoso”. La senatrice dem ha chiesto di porre fine quanto prima a quella che giudica una”discriminazione inaccettabile”. La stessa Cirinnà ha postato poi sulle sue pagine social il video dell’intervento in Senato. Il provvedimento con cui tornava la dicitura “madre” e “padre” sui documenti die minorenni era stato pubblicato in Gazzetta lo scorso aprile. Salvini aveva commentato il cambiamento dicendo che era stato “ripristinato un po’ di buonsenso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.