RISTORATORE COSTRETTO A SERVIRE GRATIS IMMIGRATO

Esigeva di mangiare e bere gratis perché migrante, per questo ha prima aggredito il gestore di un locale di Pescara e poi i poliziotti intervenuti.

Il senegalese di 30 anni, già noto alle forze dell’ordine, intorno alle 22:40 dell’altra sera, è entrato nel local un locale, e con tono perentorio ha preteso di essere servito gratis, in quanto migrante.
Il gestore ha immediatamente allertato le forze dell’ordine. L’extracomunitario, in preda alla furia, ha aggredito l’uomo con una catena di ferro con tanto di lucchetto di acciaio di grandi dimensioni.

Gli agenti hanno provato a bloccare l’energumeno africano, ma lui ha iniziato a strattonarli con violenza. E i poliziotti sono stati costretti ad usare lo spray urticante in loro dotazione. Riuscendo ad immobilizzare il senegalese.

Dalle immediate verifiche è emerso che lo straniero da diverso tempo costringeva il gestore del locale a fornirgli gratuitamente alimenti e bevande.

Ieri mattina è stato convalidato l’arresto con la misura cautelare della custodia in carcere.

Ps. Le vecchiette e le baby gang di immigrati usano lo spray urticante, poliziotti e carabinieri devono avere tutti il taser. Anche se l’ideale sarebbe una pallottola: costa poco e risolve tutto subito. Soprattutto evita che il problema si ripresenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *