Il Comune di Milano regala case ai nomadi ma loro manco gli pagano l’affitto

A Milano il Comune di Beppe Sala continua a chiudere un occhio, o forse due, sulla morosità dei campi rom. Nei villaggi nomadi regolari di via Bonfadini (guarda il reportage) e via Negrotto, infatti, gli abitanti continuano a non pagare le quote d’affitto dovute.

Il totale delle famiglie insolventi nel primo caso (via Bonfadini) ammonta a oltre 31mila euro. In via Negrotto (guada il reportage), invece, siamo appena sotto i 30mila euro di morosità. Dal 2016, quindi, mancano all’appello ben più di 60mila euro.

Loading...

Le cifre sono state fornite dall’amministrazione comunale in risposta a un’interrogazione di Silvia Sardone. “L’ennesima vergogna per una sinistra che continua a farsi prendere in giro dai nomadi. La giunta Sala si riempie la bocca con l’integrazione, l’inclusione, l’accoglienza, ma in cambio riceve solo schiaffi”, attacca il consigliere comunale ed europarlamentare della Lega.

E questa situazione va a sommarsi a quella del villaggio Martirano (guarda il reportage), altro campo nomadi regolare dove i rom vivono in casette costruite dal Comune. Anche qui, però, viene pagato solo il 20% delle quote d’affitto. Stessa cosa in via Chiesa Rossa (guarda il reportage), dove solo una famiglia su 47 è in regola coi pagamenti. “È ora di dire basta: gli anziani, gli invalidi e le persone in difficoltà economica che vivono nelle case popolari sono costretti a farsi in quattro per pagare le bollette, mentre i rom sono liberi di non pagare a cuor leggero?”, si chiede Sardone.

Ma oltre alla morosità, c’è quacos’altro che non quadra, ovvero il numero di persone presenti nei campi autorizzati dal Comune. L’amministrazione scrive infatti che nel campo di via Bonfadini sono 4 su 9 le famiglie in regola, mentre nel campo di via Negrotto sono 10 su 15. “Io in questi insediamenti ci sono stata più volte e posso garantire che in Bonfadini le piazzole sono molte più di 9 e in Negrotto molte più di 15. Del resto, nell’ultimo censimento di Palazzo Marino diffuso a maggio 2018 si legge che in via Bonfadini ci sono 40 famiglie e in via Negrotto 27”. Secondo Sardone i conti non tornano. “Sala aveva promesso di superare i campi: non solo non c’è stato mezzo sgombero, ma addirittura ogni volta che indago sui rom a Milano scopro numeri e informazioni scandalose e irrispettose per tutti i cittadini milanesi”.

[videopress WBrQDgBg]

[videopress Gj4tN3Tq]

[videopress RXsC5cay]