“Ti sparo in testa, mi faccio 30 anni di galera”: la minaccia di un parcheggiatore abusivo all’assessore

Loading...

Marcello Cadavero è l’assessore alla Manutenzione urbana della Seconda Municipalità del Comune di Napoli.

Via Lanzieri a Napoli pedonalizzata
Recentemente è stato minacciato di morte da un parcheggiatore abusivo. Il motivo? La pedonalizzazione di via Lanzieri, un provvedimento che non gli permetterà di “lavorare” più in quella zona. “Ti sparo in testa, mi faccio 30 anni di galera”, queste le parole rivolte all’esponente politico.

Loading...

Circa due anni fa erano state pedonalizzate via Majo di Porto e piazzetta Simonetta Lamberti. Via Lanzieri era diventata una strada cieca dove un parcheggiatore abusivo faceva i propri comodi, occupandola completamente con le autovetture, posizionate in ogni spazio libero. Dopo la solita trafila, a fine settembre è stata pedonalizzata anche quest’altra strada, ma al momento dell’intervento il parcheggiatore ha dato i numeri. Ha urlato all’assessore Cadavero che lo avrebbe sparato in testa e che si sarebbe fatto trenta anni di galera per colpa sua.

L’esponente politico ha provveduto a denunciare le minacce di morte alle forze dell’ordine e ha raccontato l’episodio di cui è stato vittima nel corso della trasmissione radiofonica su Radio Marte “La Radiazza”, condotta da Gianni Simioli, con ospite in studio il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. “Minacce e metodi camorristici – ha detto quest’ultimo – ancora una volta gli estorsori della sosta rivelano il loro animo delinquenziale. Si proceda all’arresto di questo criminale. Serve una norma che permetta di metterli tutti in galera”.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.