La bimba di Bibbiano a Pontida manda in tilt dem e radical chic. Salvini: “Delinquente chi li ruba”

Il raduno di Pontida di ieri “è stato uno spettacolo”. Matteo Salvini si è emozionato nel vedere tutte quelle persone nel pratone, fuori e sui social: tutti pronti a sostenerlo nelle prossime mosse per smontare dalla testa ai piedi il governo giallorosso.

I 58 minuti di discorso sono stati carichi di argomenti, sentimenti e anche emozioni. Dall’inizio alla fine i suoi sostenitori non hanno mancato di applaudirlo, di intonare cori e canti per lui. “Oggi qui noi abbiamo vinto”, ha ripetuto più volte l’ex titolare del Viminale. E a giudicare da quante persone sono accorse a Pontida sembra proprio così.

Tra i vari temi toccati nel suo lungo discorso, Salvini ha anche parlato dello scandalo di Bibbiano. Una vergogna fatta e finita che ora il Pd cerca di insabbiare in tutti i modi. Ma quegli affidi illeciti, quegli inganni a decine e decine di famiglie non si possono dimenticare. Non si può dimenticare la sofferenza di quei bambini strappati ai loro genitori. Così, alla fine del comizio, il leader della Lega ha chiamato sul palco alcuni bimbi. Fra questi c’è anche Greta. “Greta è questa spelendida ragazza con i capelli rossi dopo un anno è stata restituita alla mamma – ha spiegato Salvini emozionato -. Mai più bambini rubati alle loro famiglie, mai più bambini rubati alle mamma e papà, mai più bimbi come merce”. Poi ha dato un cinque a madre e figlia che si sono ritrovate e tutti e tre insieme hanno gioito.

Ma questo gesto, questa gioia di una famiglia che si ritrova ha scatenato la sinistra. La decisione di Salvini di far salire sul palco Greta ha sollevato una serie di polemiche. C’è chi parla di “strumentalizzazione dei bambini”, chi descrive il leader della Lega per “uno che gioca sulla carne dei più deboli”, chi urla “non devi fare salire i bambini sul palco di Pontida” e chi più ne ha più ne metta. Nello specifico: Carlo Calenda spara un “che gente siete voi della Lega per usare bambini su un palco?” e chef Rubio è monotono con un “sfruttare una bambina per la tua cazzo di perenne campagna elettorale dannosa e infruttuosa”.

Ovviamente, Salvini non poteva stare zitto alla solita retorica di sinistra, di dem e radical chic. “Le critiche per la bimba di Bibbiano portata sul palco di Pontida? – si chiede il leader del Carroccio ad Aria Pulita su 7Gold -. Ma chissenefrega. Se qualcuno ruba i bambini, io voglio gridare da papà che è uno scandalo portarli via dalle famiglie. Non era necessario avere una bambina, ma cinquanta bimbi sul palco. Non solo dall’Emilia, arrivano segnalazioni da tutta Italia. I delinquenti sono quelli che rubano i bambini”.

Salvini si rivolge ai soliti dem che pur di attaccarlo si aggrappano all’aria fritta. La decisione di Salvini di far salire sul palco di Pontida Greta è più o meno condivisibile. Quello che è certo e concreto è che l’ex titolare del Viminale non cerca di nascondere un caso che deve far solo vergognare (tutti), ma ne parla. Il Pd sta zitto e attacca (Salvini) per non andare a beccare i veri responsabili di questa storia scandalosa.

Il partito di Bibbiano fa finta di non vedere il dato di fatto e addirittura arriva a dire che “gran parte delle cose sono una montatura”. Andatelo a spiegare a quei genitori che si sono visti portare via i propri figli. Vediamo se trovano anche loro una montatura tutto questo scempio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.