Richard Gere fa il buonista sull’Open Arms. Ma Umbero Smaila non condivide

Loading...

 

In questi giorni d’agosto, dopo che Richard Gere è salito sulla ong Open Arms a largo di Lampedusa per solidarietà ai migranti, in molti hanno detto la loro in merito.

Uno di questi è stato Umberto Smaila, che ha affidato a Twitter le sue perplessità sulla presenza dell’attore di Hollywood a bordo della nave: “Non capisco perché Richard #Gere americano doc, non vada ai confini col Messico ad aiutare i migranti ad espatriare, è un problema molto più grave ed impellente per i suoi connazionali!”.

Come era ovvio, il tweet ha scatenato l’ira degli utenti di sinistra, che non lo hanno risparmiato da commenti al vetriolo.“Eccoci… dopo Jerry Calà un altro gatto in cerca di miracoli… un altro intellettuale di spessore ha detto la sua minchiata”, “Prima Jerry Cala, adesso Umberto Smaila… preparatevi al revival delle Pantegane della Viuzza ripescati per la prossima stagione Rai”, “Classico post da capra ignorante seguace del #SalviniTraditore”.

Loading...

Non è la prima volta che il conduttore di “Colpo Grosso” fa sentire la sua voce riguardo alla politica italiana. Nei giorni scorsi si è schierato a fianco di Jerry Calà, dopo che l’attore aveva dichiarato durante un’intervista a Paolo Giordano de Il Giornale di essere assente dal cinema italiano “forse perché non odoro di sinistra e non invoglio i registi”. Anche in quell’occasione per il re della Capannina di Forte dei Marmi, era arrivata la gogna mediatica dei più radicali dei social, che lo avevano criticato per le sue parole.

Ma nonostante i commenti negativi, in molti hanno invece difeso Smaila, commentando a favore dello showman veronese. “Si vede che il suo gadget nel Mediterraneo è più alto che al confine col Messico”, scrive un utente, a cui segue un altro che si complimenta con lui: “Bravo Umberto”. “Umbertone nazionale” e gli altri Gatti torneranno ancora una volta insieme nel film di Jerry Calà “Odissea nell’ospizio”, in onda in autunno su Chili Tv.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.