Calenda attacca i sovranisti: “Questi sul palco sono i peggiori nemici dell’Italia”

Loading...

“Questi sul palco sono i peggiori nemici dell’Italia”. A dirlo è l’ex ministro Carlo Calenda che su Twitter ha pubblicato una serie di foto che confermano la sua presenza alla manifestazione dei partiti sovranisti europei che si sta svolgendo a Milano, in piazza Duomo.

Loading...

Secondo Calenda gli esponenti politici che si sussegueranno sul palco”sono rappresentanti di partiti che si prendono i fondi europei, si rubano i posti di lavoro con delocalizzazioni, non ci danno una mano sui migranti, e alcuni negazionisti, una cosa brutta che non appartiene alla cultura italiana”. A proposito della sua ‘incursione’ in piazza Duomo, il fondatore di Siamo Europei spiega: “Il ministro dell’Interno ha sbattuto la mia faccia sui social come fossi un bandito e questo non lo accetto. Io vado dove ritengo giusto. Io non ho nemici, io ho avversari, Salvini si occupasse di lavorare, di reprimere i reati e si ricordi che è il mio ministro ed sbagliato usare certi toni”. “Non voglio sfidare nessuna piazza”, puntualizza Calenda, ma non è Matteo Salvini a “decidere dove vado, io sono libero di andare dove voglio”. Il leader della Lega, infatti, aveva postato una sua foto con la scritta “lui non ci sarà” e da qui è nata la provocazione di Calenda di andare in piazza e documentarlo su Twitter con tanto di commento ironico al seguito. “Io c’ero. Bacioni da Milano!” è quanto si legge sul tweet dell’ex ministro. Calenda, poi, parlando con i giornalisti, si è vantato di aver “preso anche qualche complimento per industria 4.0” dai manifestanti che ha definito “persone civili e normali”. “Il problema non sono le persone, ma le leadership che usano toni non consoni, ma ho grande fiducia negli italiani”, ha aggiunto.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.