Salvini vuole il grembiule obbligatorio a scuola: “Così tutti i bimbi sono uguali”

Da Lauria, in Basilicata, Matteo Salvini rilancia con forza l’idea di obbligare il grembiule nelle scuole.

In vista delle prossime elezioni regionali, il leader della Lega ha affermato: “Per me metti lo stesso grembiule a tutti, così non ci sono belli e ricchi, ma sono tutti uguali”. Tale idea troverebbe applicazione almeno nelle elementari. Rimanendo in tema scolastico, il vicepresidente del Consiglio ha anche commentato l’introduzione dell’educazione civica come materia: “Dalla scuola bisogna ripartire, mettendo al centro la maestra. Io, quando leggo dei genitori che aggrediscono gli insegnanti per i brutti voti, penso che bisognerebbe dare due schiaffoni ai genitori, non ai bambini”.

Gli attacchi patetici
Salvini ha trattato anche altri temi, tra cui la decisione del Senato (in programma mercoledì 20) per quanto riguarda l’autorizzazione a procedere nei suoi confronti per il caso Diciotti: “Vado a testa alta in Senato mercoledì, perché fino a ieri i politici li arrestavano perché rubavano, se mi arrestassero perché ho difeso i confini e la sicurezza del mio Paese ne sarei orgoglioso, perciò facciano come credano, non è un problema, figurati se mi fanno paura. Sarò tranquillo e rilassato ma il 20 il Senato dovrà votare per un reato che mi viene fantasiosamente imputato, quello di sequestro aggravato di persone”. Immancabili gli attacchi da parte dei soliti noti, che hanno addirittura criticato la partecipazione del ministro al congresso delle famiglie: “Mi hanno attaccato perché vado al forum mondiale delle famiglie a Verona come se andassi a una iniziativa di spacciatori, non è una roba così strana. Lo Stato non deve entrare in camera da letto, ognuno può fare l’amore con chi vuole, ognuno fa quello che vuole però io difendo i diritti dei bambini ad avere una mamma e un papà. Non do lezioni di morale da divorziato ma il bimbo, finché campa, ha una mamma e un papà, ci sono maschietti e feminucce e chi dice che Cenerentola è una fiaba sessista e che siamo tutti indistinti è da ricoverare”. Infine il leader del Carroccio parla della tanto discussa Via della Seta: “Voglio controllare settori strategici per la sicurezza nazionale”, e garantisce che “non ci sarà nessun problema con gli Stati Uniti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.