Assume migranti invece di italiani, i clienti se ne vanno: “Andremo in un’altra pasticceria”

Basta definire ‘razzisti’ i patrioti e ‘buoni’ gli sfruttatori di manodopera a basso costo. Questi signori, invece di assumere giovani italiani e pagarli il giusto, hanno preferito assumere con le solite agevolazioni sedicenti profughi.

Tanto il vitto e l’alloggio, ai ‘profughi’ lo paghiamo noi, i dipendenti veri se lo devono pagare.

E allora bene fanno i clienti a disertare, e dare lavoro a chi il lavoro lo dà alla gente del posto, non all’ultimo sbarcato.

Ps. Ricordiamo Butungu, il capo branco degli stupri di Rimini, che da profugo era stato assunto, insieme ad altri, in un ristorante locale:

Che era infetto se ne accorsero solo dopo l’arresto, dagli esami a garanzia delle vittime dei suoi stupri.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.