Cascina, sindaco “caccia” gli immigrati furbetti dalle case popolari e fa posto alle famiglie italiane

Mentre a Roma la giunta Raggi caccia le famiglie italiane per far posto a quelle di immigrati, a Cascina succede l’opposto, sono gli immigrati a dover lasciare gli alloggi popolari per far posto agli italiani bisognosi. Grazie all’ordinanza del sindaco Susanna Ceccardi, che scova gli stranieri furbetti con una casa all’estero, è stata cacciata la prima famiglia marocchina dall’alloggio crp occupato “regolarmente” (con le regole del PD) dal febbraio del 2016.*

Scrive il sindaco su Facebook: “Avviati i controlli su chi è assegnatario di case popolari. Chi ha proprietà all’estero non può avere anche la casa popolare in Italia. È questione di giustizia nei confronti dei cittadini italiani che non hanno abitazioni all’estero dove poter andare a stare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *