Bonino: “Ma quale terrorismo islamico, l’unico pericolo in Italia è la xenofobia!”

Secondo la radicale, che praticava aborti con una pompa per le biciclette, le violenze da parte degli immigrati non esistono ma sono invenzioni di Salvini

La xenofobia, secondo la signora diventata famosa per una foto che la ritrae mentre pratica degli aborti utilizzando una pompa per biciclette, è un prodotto del nazionalismo, non dell’immigrazione e offre dei capri espiatori alla rabbia popolare: “L’etnonazionalismo di Salvini, antieuropeo e xenofobo, è una ideologia potente, non nuova nell’Europa di ieri e di oggi, che fomenta e cavalca l’inquietudine; non è un prodotto dell’inquietudine. La xenofobia è più forte nelle aree del paese in cui ci sono meno stranieri, non di più. Questo non vale solo in Italia”. Quindi, secondo la Bonino, non ci sono violenze da parte degli immigrati ma son tutte invenzioni di quel razzista di Salvini.

La Bonino, amica di George Soros, ha poi affermato che l’immigrazione avrebbe una motivazione demografica e economica, non politica, in quanto secondo lei non esisterebbe nessun Grande Vecchio che manovra per realizzare quello che coloro che lei chiama xenofobi definiscono ‘sostituzione dei popoli’: “Nel 1950 l’Africa aveva meno della metà degli abitanti dell’Europa. Nel 2050 ne avrà il triplo. La scommessa è riuscire a assicurare la continuità del nostro modello civile, politico e economico: una scommessa che si può vincere non ‘contro’ gli stranieri che abitano e abiteranno sul nostro territorio, ma solo ‘con’ loro”, ha concluso la Bonino. Più Europa, ma con più immigrati.

Fonte: ilpopulista.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.