Piacenza, clandestino già espulso spaccia e aggredisce carabinieri

Loading...

Ennesimo crimine commesso a Piacenza da un clandestino di nazionalità marocchina, già destinatario di un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale.

L’ultimo di una lunga serie di episodi si è verificato nella notte tra domenica e lunedì in via Torta. Lo straniero, che aveva tra l’altro appena finito di scontare una pena ai domiciliari a causa di violazioni alle norme sull’immigrazione, è stato fermato per un semplice controllo dai carabinieri del comando di Piacenza Levante. Subito dopo aver visto i militari avvicinarsi, il magrebino, che si trovava in bici, si è scagliato con violenza contro di loro nel tentativo di fuggire.

Loading...

Calci e pugni furiosi all’indirizzo degli uomini dell’Arma, che sono comunque riusciti ad avere la meglio sullo straniero, condotto poi in caserma con le manette ai polsi.

Dopo la perquisizione corporale è risultato evidente il perché della sua forte volontà di sottrarsi al controllo dei carabinieri. Nascoste nel giubbotto vi erano infatti due dosi di cocaina termosaldate, oltre a cento euro in contanti, proventi dell’attività di spaccio, e due smartphone.

Ecco quindi arrivare l’ennesima incriminazione, stavolta per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Stamani il processo per direttissima, alla conclusione del quale il giudice Laura Pietrasanta ha determinato per lo straniero un semplice obbligo di dimora. L’udienza è stata quindi rinviata vista la richiesta di un termine a difesa da parte del legale del marocchino, avvocato Francesco Macrì.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.