I ladri a casa di Pisapia: rubati gioielli e orologi da 300mila euro

Un furto in casa Giuliano Pisapia. Bottino grosso. I ladri sono entrati a Milano nell’appartamento dell’ex sindaco meneghino, sotraendo gioielli e orologi per la (modica) cifra di 300mila euro.

Brutte notizie per l’ex parlamentare comunista che, secondo quanto raccontato al Corriere, si è “dimenticato” di inserire l’allarme. Lo stesso accadde a Beppe Sala nel maggio dell’anno scorso, quando una banda di nomadi georgiani (i più temibili nei furti in appartamento) entrarono in casa dell’attuale primo cittadino portando via tutto ciò che di prezioso hanno trovato: un Rolex di valore e borse di lusso. Anche Sala non aveva messo l’allarme, errore poi commesso dal suo predecessore a Palazzo Marino.

Come nel caso di Sala, anche da casa di Pisapia sembra non siano stati toccati comuter e documenti sulle attività politiche o legali dell’ex sindaco meneghino. Solo oggetti di valore. La scientifica, riporta il Corriere, si è subito messa al lavoro per cercare impronte lasciate dagli incauti ladri e hanno visionato le telecamere di sicurezza della zona nella speranza che abbiano catturato qualche immagine utile a incastrare i banditi.

Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni, il furto a casa Pisapia sarebbe avvenuto nella notte tra sabato e domenica, quando l’avvocato era fuori Milano per un paio di giorni. Sarebbero entrati da una porta secondaria, forzando la serratura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *