TEMPESTA DI NEVE in arrivo: previsto “CICLONE NEVOSO” di 975 millibar

loading...

Una forte perturbazione proveniente dall’Atlantico sostenuta da aria molto fredda in quota, si avvicinerà al Nord Italia da marterdì 22 sera, generando un minimo depressionario molto potente sul mar Ligure. Stiamo parlando di valori di pressione molto bassi attorno ai 975-980 millibar, con un conseguente peggioramento del tempo su buona parte del Centro-Nord Italia.

loading...

La cosidetta “GENOVA LOW” così denominata dagli appassionati di meteorologia, centrata tra il Golfo Ligure ed il Mar di Corsica e capace di produrre fenomeni di maltempo anche piuttosto intensi e persistenti.

loading...

MA COSA POTREBBE ACCADERE? Sicuramente ci sono tre elementi che stanno emergendo proprio in queste ore: per prima cosa le temperature ad 850hPa che potrebbero scendere fino a -5°C tra Savonese e Genovese, fino a -7°C nel Cuneese, valori fino a -38°C a 500 hPa e valori di pressione molto bassi spesso sinonimo di forte maltempo. Potrebbe verificarsi una fase di maltempo intensa, diffusa e prolungata, con il coinvolgimento di tutte le regioni del Centro-Nord, come accadeva durante gli inverni degli anni 80.

Potremmo denominarlo in gergo un vero e proprio “CICLONE NEVOSO” dato i bassi valori di pressione e la persistenza di questo vortice depressionario sui settori italiani. Valori di 975-978 millibar si toccarono durante la tempesta autunnale di fine Ottobre che provocò le disastrose mareggiate in Riviera.

Nei giorni successivi al 25 Gennaio, la “trottola depressionaria” richiamerà aria questa volta “freddissima” proveniente dalla lontana Russia o addirittura Siberia, con un forte calo delle temperature su mezz’Europa e su buona parte del Centro-Nord Italia. Il periodo invernale potrebbe risultare ben più lungo del previsto, con occasioni nevose che sembrano solo essere l’inizio di un lungo periodo prettamente invernale.

METEO LIGURIA: Forti nevicate sono attese nell’entroterra di Savona e Genova con cumulate anche superiori ai 30cm in Valbormida e Sassellese. Gli accumuli più intensi potranno verificarsi sulla dorsale Beigua-Reixa e nel comprensorio di Urbe e Masone. La neve cadrà abbondante anche sull’Appennino genovese, oltre 30-40cm in Val Trebbia ed Aveto. La neve potrà fare la sua comparsa fino a quote molto basse alle porte tra Genova e Savona, specialmente agli sbocchi vallivi interessati dalla tramontana scura. Qualche fiocco misto pioggia potrà anche spingersi fino a ridosso delle aree costiere a Savona, Albissola Marina, Celle Ligure, Arenzano e Genova. Pochi i fenomeni nevosi attesi sull’Imperiese, con neve moderata in alta collina o montagna.

Secondo gli aggiornamenti di questa mattina è attesa la neve fino a 150-200m alle porte di Genova Vesima, Sestri Ponente e Prà, oltre i 250m sui rilievi della Val Polcevera e Bisagno. Le colline del Savonese potrebbero imbiancarsi oltre i 250-350m, mentre sul resto della provincia la quota neve sarà variabile dai 300 ai 500m.

METEO LOMBARDIA: E’ atteso il ritorno della neve in pianura sul Piemonte, locamente moderata su Oltrepò Pavese, Pavese e Lodigiano; la coltre nevosa potrà arrivare fino a 10-15cm. Fenomeni meno intensi e con accumuli meno rilevanti nel Milanese, mentre sulle aree settentrionali della regioni, la neve potrà cadere anche copiosa specialmente nella Bergamasca.

METEO PIEMONTE: Fitte nevicate sono attese sul Piemonte, più abbondanti sui settori occidentali. Gli accumuli molto variabili fino a 5-10cm a Torino e Novara, oltre 10-15cm ad Asti ed Alessandria, oltre 30cm al piano anche nel Cuneese. Sulle Alpi la nevicata risulterà molto abbondante con cumulate anche superiori ai 70-100cm a quota 1000 metri.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.