“In arrivo l’obbligo della bottiglietta d’acqua per la pipì dei cani”. Si rischierà la multa, tutti i dettagli

Proprietari di cani obbligati a pulire la pipì dei propri animali con l’uso di bottigliette d’acqua (e forse detergente) per evitare miasmi e sporcizia. Dopo Savona, Chiavari e Genova anche Asti adotta un regolamento comunale che inasprisce le regole per i possessori di cani.

Nel comune piemontese infatti è stato annunciato un aumento di controlli e sanzioni su chi porta a passeggio il proprio cane facendo poca attenzione a non sporcare il suolo pubblico. I proprietari non dovranno solo portare paletta e sacchetto – “da esibire alla polizia municipale” – per la raccolta delle deiezioni, ma dovranno munirsi anche di acqua con cui lavare il suolo pubblico dalle urine. Entrambe le dotazioni diventano obbligatorie, con sanzioni da 25 a 500 euro. Lo prevede l’ordinanza firmata dal sindaco Maurizio Rasero “per preservare igiene e decoro dei luoghi”.

“Tale provvedimento – ha spiegato il primo cittadino a skytg24 – è stato adottato poiché la mancata rimozione delle deiezioni animali e la relativa pulizia del suolo pubblico, in particolare sui marciapiedi destinati ai pedoni, nelle aiuole e nei luoghi destinati alla ricreazione e allo svago dei cittadini, oltre a costituire un atto di maleducazione e di inciviltà, possono comportare rischi per la salute della popolazione, soprattutto per le fasce più esposte”. In diverse zone della città sono stati collocati cestini appositi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.