Cristiano Ronaldo, l’inchiesta per stupro e la clamorosa svolta: le mutandine della ragazza…

Una svolta clamorosa nell’inchiesta per stupro su Cristiano Ronaldo. Il Der Spiegel dimostra infatti che sono parecchi i punti oscuri da chiarire e che una nuova indagine di polizia, peraltro già avviata, è necessaria. Il caso che riguarda il fuoriclasse della Juventus, insomma, traballa. Soprattutto perché sempre la rivista tedesca, che ha sentito uno dei legali della presunta vittima, Kathryn Mayorga, l’avvocato Leslie Mark Stovall, rivela che le dichiarazioni della donna alla polizia di Las Vegas non sono presenti in archivio, così come i vestiti e la biancheria intima che la Mayorga avrebbe consegnato agli agenti quando effettuò la visita medica in ospedale. Insomma, le prove sono sparite. E ancora, la polizia e i legali della Mayorga non sono neppure d’accordo sul fatto che la donna avesse fatto il nome di Cristiano Ronaldo nel 2009. Bisogna vedere ora se una nuova inchiesta permetterà di ritrovare le prove depositate all’epoca o se si renderà necessario cercarne di nuove. Per certo, come detto, le accuse sempre più sembrano vacillare.

liberoquotidiano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.