Lannutti: ‘Lo spread è una fake news di banchieri e terroristi della finanza criminale per schiavizzare il popolo sovrano’

 

Lo spread è una fake news, agitato da brigatisti dei mercati, banchieri, terroristi della finanza criminale, per schiavizzare il popolo sovrano”.

Lo ha scritto su Twitter il senatore del M5S Elio Lannutti, che ha aggiunto:
“Non subiremo i ricatti da alcolisti in doppiopetto e falliti mosconi del capitale, che vogliono replicare il golpe chiamato rating”.

Sulla questione dello spread i 5Stelle nei giorni scorsi hanno attaccato anche il Pd, definendolo “Partito dello Spread” in quanto “le dichiarazioni a caldo dei vari Renzi, Gentiloni e Martina hanno il solo scopo di aizzare i mercati, nella vana speranza che la prossima Legge di Bilancio sia respinta dalla finanza speculativa”.
“Per questi cinici nemici del popolo” – si legge in un post sul Blog delle Stelle – “l’anticamera della catastrofe sarebbe un deficit al 2,4% del Pil. Peccato che proprio il Pd abbia collezionato deficit anche superiori quando era al governo: 3% nel 2014 (manovra Letta), 2,6% nel 2015 (prima manovra Renzi), 2,5% nel 2016 (seconda manovra Renzi), 2,4% nel 2017 (terza manovra Renzi). Per il 2018 Gentiloni aveva promesso di scendere abbondantemente sotto il 2%, ma il deficit potrebbe essere di nuovo superiore a causa della minor crescita”.

In un altro post a firma di Luigi Di Maio, i 5Stelle hanno spiegato che “i colpi bassi che arrivano dalla UE all’Italia per far aumentare artificiosamente lo spread (grazie moscovici, grazie Juncker) non sono motivati da un ragionamento economico sul DEF, ma da meri interessi politici, perché il nostro governo non viene digerito dai partiti che sono oggi maggioranza in Parlamento e in Commissione Europea”.
Secondo il vicepremier pentastellato “è bastato parlare di provvedimenti a favore del popolo italiano – reddito di cittadinanza, superamento della Fornero, aumento delle pensioni minime – che i burocrati europei spalleggiati dai vecchi partiti italiani si sono subito messi in assetto di guerra, tutti insieme a soffiare sul fuoco dello spread”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.