“Il nubifragio, il fulmine, poi il collasso del ponte” Il dettaglio rivelatore: la vera causa della sciagura

Ponte Morandi, l’ingegnere Gotti: “Ha ceduto il pilone, ecco

le cause del crollo di Genova”.

 

“Ha ceduto il pilone“. Dietro il crollo del ponte Morandi a Genova, un disastro che avrebbe provocato decine di vittime, ci sarebbe un cedimento strutturale. A sostenerlo, su Facebook, è l’ingegner Gherardo Gotti che ha analizzato i primi video pubblicati sui social dal luogo della sciagura. Qualche testimone ha parlato di un fulmine che si è abbattuto nelle vicinanze del viadotto Polcevera, ma Gotti tende a escludere ogni correlazione. “Il collasso – spiega l’ingegnere – si è verificato durante un nubifragio, probabilmente a causa del forte vento, che ha portato al collasso di un pilone. Questo va precisato perché non è crollata la sola parte sospesa, ma un intero pilone. Il ponte in passato ha subito fenomeni di degrado e fessurazione del calcestruzzo, e probabilmente questo aspetto legato alle condizioni atmosferiche hanno portato al collasso di un solo pilone. Gravi anche le problematiche di viscosità del calcestruzzo, che hanno portato a cedimenti del piano stradale sul quale è stato necessario intervenire più volte”.

Che il ponte, costruito negli anni Sessanta, avesse delle problematiche strutturali è cosa nota, anche se il presidente di Autostrade per l’Italia, Giovanni Castellucci, assicura: “Non ci risulta che il ponte fosse pericoloso, stiamo effettuando le indagini del caso”.

Fonte: https://www.liberoquotidiano.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.