«Noi nel centrodestra siamo gli unici che stanno dove sono sempre stati. Siamo monogami, non facciamo scappatelle, né con il Pd né con i Cinque Stelle». Lo ha detto Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, in una conferenza stampa al Senato. Rispondendo ai giornalisti, ha sottolineato che «certamente il centrodestra del futuro non sarà quello che abbiamo conosciuto in passato». Quanto agli appelli, provenienti anche da settori di Forza Italia, per un incontro volto a fissare le strategie in vista delle elezioni amministrative, Meloni ha ricordato: «Noi abbiamo sempre partecipato a tutte le riunioni, ora siamo concentrati sul ruolo e la linea di Fdi che è quella di chi non ha accettato di fare il governo con M5S ma non vuole fare l’opposizione con il Pd. La nostra è una posizione di equidistanza. Se ci sarà la possibilità di un incontro, ben venga». Poi ha aggiunto: «Di Maio vuol festeggiare l’approvazione del suo decreto dignità che io definisco decreto-visibilità?  Avranno meno da festeggiare le migliaia di persone che rischiano di ritrovarsi senza occupazione a causa di un provvedimento vetero-marxista, che risente delle posizioni che avevano i sindacati quando il vicepremier non era ancora nato».