Ultimatum di Salvini all’ Ue : A settembre svolta e grandi cambiamenti. Via la Fornero.

Nonostante siano alleati tra Lega e M5S c’è ancora molto attrito. E Salvini non ha intenzione di abbassarsi a ricatti.

Deciso a cambiare le cose, il vicepremier elenca i punti che da settembre, promette agli italiani, saranno attuati. Con o senza l’accordo dei Cinque Stelle.

Leggiamo Il Giornale:

Primo: una riduzione della pressione fiscale (“Poi decidiamo se per le imprese, per le famiglie, sull’Iva, ma intanto partiamo”).

Secondo: via le accise sulla benzina (“Almeno alcune. Basta pagare per la guerra d’Etiopia o il Vajont”). Terzo: stralcio delle cartelle Equitalia (“È la richiesta che qui in spiaggia la gente fa di più”).

Quarto: flat tax e reddito di cittadinanza (“Nel contratto di governo ci sono, forse non si potranno fare subito, però impostiamole”). Quinto: abolizione della legge Fornero e quota cento. Queste le “novità” che il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, mette sul tavolo in una intervista alla Stampa in vista della discussione della manovra economica che entrerà nel vivo da settembre.

Se si chiama Governo del Cambiamento deve portare il cambiamento e non fossilizzarsi in battaglie inutili contro gli oppositori parlamentari.

E, Matteo Salvini, è disposto anche a mettersi contro l’Unione Europea, per quanto riguarda i cambiamenti sulle pressioni fiscali.

Fonte: ilgiornale

Foto: teleischia

Fonte: https://adessobasta.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.