Daisy, Renzi zitto sul “lanciatore di uova” del PD. Su Fb scriveva: “Selvaggiamente picchiata da schifosi razzisti”

L’imbarazzante silenzio del noto cazzaro fiorentino Matteo Renzi sul lanciatore di uova xenofobe figlio di un consigliere del Partito Democratico. Su Facebook scriveva: “Selvaggiamente picchiata da schifosi razzisti”.

«Esilarante Renzi l’altro giorno sull’emergenza razzismo», ha gioco facile su Facebook il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, postando lo screenshot del post dell’ex premier Matteo Renzi, che il 30 luglio parlava della vicenda di Daisy Osakue “selvaggiamente picchiata da schifosi razzisti”. Sotto il post di Renzi, Matteo Salvini linka un articolo di stampa di ieri, con la notizia della identificazione degli aggressori dell’atleta azzurra, di cui uno “è il figlio di un consigliere Pd”.

In effetti, da quando sulla “bufala” dei razzisti di Moncalieri che avrebbero preso di mira l’atleta azzurra Daisy con il lancio di uova è calata categorIcamente la mannaia della verità – una semplice goliardata già realizzata anche ai danni di italiane – l’ex premier non è più tornato sull’argomento. Anzi, le sue esternazioni pubbliche, anche sui social, si sono improvvisamente liquefattte, con il caldo di questi giorni. Non ce n’è traccia.

Intanto oggi arriva anche la notizia che – contrariamente allo strano pessimismo di Malagò – i medici fanno sapere che Daisy Osakue potrà partecipare agli Europei di Berlino. La discobola azzurra, che nella notte di domenica scorsa a Moncalieri era stata colpita a un occhio da un uovo lanciato da una macchina con tre giovani poi identificati, è stata sottoposta ieri mattina a una visita presso l’Istituto di Medicina dello Sport a Roma. Il controllo ha dato esito favorevole e i medici hanno dato l’ok alla sua partecipazione alla rassegna continentale, in programma da lunedì a Berlino.

Con fonte Il Secolo D’Italia

redazione riscatto nazionale.org

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.